Archivio storico

E’ sorto nel 1968, con la duplice donazione delle carte appartenute a Luigi Einaudi e all’ex ministro delle Finanze Paolo Thaon di Revel.

Negli anni successivi si è accresciuto, attraverso varie donazioni, delle carte di Manlio Brosio, Giovanni Busino, Attilio Cabiati, Mario Einaudi, Alberto Geisser, Roberto Michels, Augusto Monti, Francesco Saverio Nitti, Gian Lupo Osti, Luca Pietromarchi, Giuseppe Prato, Franco Reviglio, Agostino Rocca, Ruggiero Romano, Franco Venturi, oltre a un fondo di carte miscellanee.

Tutti i fondi che attualmente custodisce sono relativi alla storia economica, politica, sociale e culturale del XX secolo e sono accessibili alla consultazione da parte di studiosi qualificati.

La consistenza attuale delle carte supera le 400.000 unità.

I ricercatori possono avvalersi di cataloghi a stampa, cartacei o su supporto informatico.

Nella sezione “Fondi archivistici”, disponibile sul menù qui sopra, è possibile conoscere la consistenza, le modalità di consultazione, le informazioni bibliografiche e la descrizione di ciascun fondo.