Condizioni generali e informativa sul trattamento dei dati personali dei candidati

CONDIZIONI GENERALI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO E INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEI CANDIDATI.

Premessa.

La Fondazione Luigi Einaudi ONLUS (“Fondazione”, nel seguito) è nata nel 1964 per “formare nel campo degli studi economici, politici e storici giovani studiosi e allestire strumenti di lavoro adatti alle necessità di una società moderna” (dallo Statuto della Fondazione). A tal fine essa attribuisce borse di studio e contributi di ricerca per giovani studiosi.

Con deliberazione congiunta del Presidente del Comitato Scientifico e del Presidente del Consiglio di Amministrazione, per l’anno in corso la Fondazione bandisce 10 borse di studio per giovani laureati e dottori di ricerca. I candidati dovranno essere nati non prima del 1° gennaio 1989. Le borse da assegnare sono nei seguenti campi di ricerca:

  1. Teoria economica;
  2. Politica economica;
  3. Storia moderna e contemporanea;
  4. Storia economica e sociale;
  5. Scienza politica;

con particolare attenzione ai seguenti ambiti tematici:

  1. Processi di globalizzazione e processi migratori;
  2. Economia, storia e istituzioni dell’Europa;
  3. Processi di sviluppo e trasformazione economici, sociali e politici;
  4. Storia delle idee e storia delle istituzioni economiche, politiche e sociali.

Maggiori dettagli sono disponibili leggendo il testo del bando per le borse di studio in corso, che finanzieranno i progetti programmati per il prossimo anno accademico.

La Fondazione è il Titolare del trattamento dei dati personali, ed è contattabile presso la sua sede legale e operativa in Via Principe Amedeo n° 34 a Torino (TO) o ai seguenti recapiti:

Il responsabile della protezione dei dati è contattabile direttamente all’indirizzo e-mail dpo@fondazioneeinaudi.it o presso la sede della Fondazione.

Natura della prestazione.

Con la sottoscrizione della candidatura e l’invio del materiale richiesto, la Fondazione s’impegna a valutare, secondi i criteri descritti nel bando, le opere ricevute e a premiare con l’erogazione della borsa di studio quelle che riterrà meritevoli.

Finalità del trattamento e base giuridica.

I dati personali degli interessati, come descritto nel bando, sono trattati esclusivamente per le finalità in esso descritte, ossia per l’erogazione delle borse di studio.

Ciò corrisponde a uno degli scopi previsti dallo Statuto della Fondazione, ed è un legittimo interesse e un compito istituzionale e di utilità pubblica.

Qualora l’opera fosse premiata con la borsa di studio, poi, i dati relativi al fascicolo del candidato saranno trattati per tenere traccia, nel tempo, dell’attività istituzionale e in ambito sociale della Fondazione.

Processo decisionale automatizzato e profilazione.

In nessun caso i dati sono oggetto di un processo decisionale automatizzato, né di profilazione.

Tuttavia, le opere saranno sottoposte a valutazione da parte del Comitato Scientifico, secondo quanto previsto dal bando.

Legittimi interessi del Titolare o di terzi.

In linea generale il Titolare si riserva il diritto di effettuare ulteriori trattamenti a tutela di suoi legittimi interessi (per esempio la tutela dell’immagine e personale, della sicurezza informatica o del suo patrimonio, anche intellettuale).

Modalità e logica del trattamento.

Il trattamento, nel suo complesso, impiega sia strumenti di tipo digitale e informatico, che di tipo analogico. Per quanto riguarda la trasmissione dei documenti e delle informazioni, lo strumento principale è il sito web della   Fondazione   e l’infrastruttura  informatica che lo  supporta. Parimenti, anche  altre attività sono informatizzate.

Permane una componente analogica, in particolare per l’analisi dei documenti sottoposti all’attenzione della Fondazione e necessari alla finalità ultima di erogare la borsa di studio.

La logica sottesa al trattamento, quindi, è prevalentemente qualitativa, volta all’individuazione delle opere maggiormente meritevoli di ricevere la borsa di studio.

Origine dei dati personali.

I dati personali sono raccolti al momento della compilazione dei campi richiesti, sul sito della Fondazione, e ottenuti direttamente dall’interessato.

Obbligatorietà o facoltatività del conferimento dei dati.

Il conferimento dei dati richiesti per la compilazione del modulo per l’iscrizione al bando non è strettamente obbligatorio, ma è sicuramente necessario per dar seguito alla richiesta e, eventualmente, erogare la borsa di studio.

Categorie di dati personali trattati.

Salvo quanto afferente ai dati di navigazione, per i quali si rimanda all’informativa generale del sito della Fondazione, sono trattati dati anagrafici, di recapito, curriculari, accademici e relativi alla posizione assicurativa del candidato.

Qualora il processo di selezione delle opere meritevoli di ricevere la borsa di studio andasse a buon fine, in seguito saranno trattati anche dati di natura amministrativo-contabile.

Trasferimento di dati verso Paesi extracomunitari.

I dati di cui sopra non sono oggetto di trasferimento all’esterno dell’Unione Europea.

Periodo di conservazione dei dati.

Generalmente, i dati sono conservati sino al termine dell’anno in corso, salvo che si tratti dei dati dei candidati vincitori della borsa di studio. In tal caso, i dati di natura amministrativo-contabile sono conservati almeno per dieci anni (come da disposizioni del Codice Civile), mentre i dati relativi al fascicolo costituito sono conservati a tempo indeterminato, per tenere traccia, nel tempo, dell’attività istituzionale e in ambito sociale della Fondazione.

Diritti dell’interessato.

Oltre che a ricevere la presente informativa e ad avere un trattamento improntato su princìpi di liceità, correttezza e trasparenza, attraverso trattamenti che abbiano finalità limitate e ben identificate, che siano adeguati, pertinenti e non eccedenti rispetto a tali finalità, e che permettano e garantiscano che i dati siano – per tutto il tempo per cui sono conservati – esatti, integri e mantenuti riservati, l’interessato ha il diritto di chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento o di opporsi allo stesso, oltre al diritto alla portabilità dei dati.

Inoltre, limitatamente ai trattamenti autorizzati attraverso uno specifico consenso, l’interessato ha il diritto di revocare tale manifestazione della sua volontà in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca. In questa sede occorre ricordare che non è necessario richiedere né prestare il consenso, poiché il trattamento dei dati è legittimato per i motivi indicati nelle finalità.

Infine, l’interessato ha il diritto di proporre reclamo a un’autorità di controllo. In Italia può rivolgersi all’Autorità garante per la protezione dei dati personali (il Garante privacy).

Accettazione.

Il candidato, letto e compreso il presente documento, completando la procedura di invio dei dati e delle informazioni:

  • Si assume ogni responsabilità in merito alla veridicità e autenticità delle informazioni trasmesse, ai sensi e per gli effetti del DPR 445/2000.
  • Accetta le condizioni sopra riportate, in particolare nei paragrafi Natura della prestazione e Finalità del trattamento e base giuridica.